Che cos’è l’elettrodeionizzazione (EDI)

L'EDI è una tecnologia di purificazione che combina resine a scambio ionico e membrane selettive di ioni a corrente continua per depurare l'acqua da specifici tipi di ioni. Lo sviluppo ed utilizzo dell'EDI nel campo delle tecnologie di purificazione dell'acqua ha consentito di superare alcuni dei limiti propri dei letti di resine a scambio ionico, in particolare il rilascio di ioni provocato dalla saturazione dei letti, con la conseguente necessità di dover modificare o rigenerare le resine.

Come l'EDI rimuove specifici ioni dall'acqua

Il processo di scambio ionico rimuove efficacemente specifici ioni dall'acqua, attraverso lo scambio con protoni (H+) e gruppi ossidrilici (OH-). L'acqua passa attraverso uno o più scambiatori, composti da una camera piena di resine a scambio ionico posta tra due membrane selettive anioniche o cationiche.

Gli ioni che si legano alle resine migrano verso un'altra camera, trasportati da un campo elettrico collocato esternamente allo scambiatore. Questo produce anche gli ioni H+ e OH- necessari a mantenere le resine rigenerate. Gli ioni rimasti nella prima camera vengono invece espulsi.

Durante il processo EDI i letti a scambio ionico sono rigenerati continuamente, superando così i limiti tipici degli altri sistemi di deionizzazione.

Vantaggi e limiti

Vantaggi

  • Rimuove ioni disciolti, 5-17 MΩ-cm, TOC <20 ppb
  • Non sono necessari prodotti chimici per rigenerare la resina
  • Non richiede smaltimento di resina e prodotti chimici

Limiti:

  • Rimuove solo un numero limitato di particelle, perciò non può generare acqua di Tipo I (resistività 18,2 MΩ-cm)
  • Generalmente necessita di acqua trattata ad osmosi inversa

Quale il tipo d'acqua soddisfa i tuoi bisogni?

Trova il sistema più adatto a te